Punti neri sul naso

Cosa sono, perché si formano e come si eliminano?

Home/Punti neri nel naso

Il naso è una delle parti del viso su cui si formano più facilmente i punti neri. Le più fortunate avranno solo qualche piccolo punto nero appena visibile, altre magari un solo punto nero bello grosso, ma quelle più sfortunate possono sviluppare numerosi punti neri su tutto il naso, tanto che il naso finisce per assomigliare a una fragola puntinata.

In ogni caso, praticamente nessuno è del tutto immune al fenomeno dei punti neri sul naso!

Come si forma un punto nero sul naso?

Ora ti racconto la storia…

Se provi a schiacciare la pelle del tuo naso, noterai che dai pori escono una specie di vermetti bianchi di consistenza cremosa.

Cosa sono questi “vermetti”?

Non è altro che il sebo prodotto dalle ghiandole sebacee all’interno dei tuoi follicoli. Non allarmarti, questo è normalissimo! Il sebo serve a mantenere morbida e idratata la tua pelle.

Ma se viene prodotto in eccesso, o se una disfunzione delle ghiandole sebacee ne altera la composizione, oppure se l’ostio follicolare non funziona bene, il sebo si accumula nel tuo follicolo.

Si forma così il comedone!

Il comedone è un accumulo di cellule morte, grassi prodotti della ghiandola sebacea, cheratina e peli all’interno del follicolo.

Ma la cosa più curiosa è l’origine del suo nome

La parola comedone deriva dal nome latino con cui nel medioevo venivano chiamate le larve che infestavano i cadaveri putrefatti, proprio perché quando vengono schiacciati esce quella specie di verme bianco di cui parlavamo prima!

Noi medici siamo spesso piuttosto fantasiosi, a volte anche un po’ troppo pittoreschi!!

Come riconoscere un comedone?

Ci sono due tipi di comedoni:

  • comedoni chiusi: detti anche grani di miglio, che sono delle rilevatezze cutanee che corrispondono ad un accumulo di sebo dentro il follicolo;
  • comedoni aperti: in questo caso il sebo accumulatosi giunge in superficie e la parte più esterna, a contatto con l’aria, si ossida e si scurisce. Ecco quindi il punto nero!

Se un punto nero, (o anche un comedone chiuso) si infiamma o si infetta, si forma del pus ed è così che spunta un brufolo!

E i brufoli diventano ancora più numerosi in quei periodi in cui sei un po’ raffreddato, poiché soffiandosi il
naso è facile infiammare qualche punto nero.

Quali sono le aree del naso più colpite dai punti neri?

Punti neri e brufoli si formano più facilmente nelle ali del naso, ma soprattutto nelle pieghette che separano il naso dalle guance poiché in queste zone è più facile che i pori si occludano.

Allora schiacciamoli subito!

Nooooooo!!! Giù le zampe! Lo so che stai già affilando le unghie, perché schiacciare i punti neri sul naso è divertentissimo, ma non è la soluzione migliore!

Lo dico per esperienza personale (anch’io ero una schiacciatrice seriale), ma ho scoperto, letteralmente sulla mia pelle, che così si fa peggio!

Rischi infatti che:

  • il tuo punto nero si infiammi e diventi un brufolo, che è ancora più brutto;
  • ti rimanga un cratere al posto del punto nero o i segni delle unghie sul naso;
  • ti sembra che sia andato tutto bene, ma in realtà hai letteralmente sfondato il poro, e in questo
    caso il poro rimane dilatato e, facilmente diventa sede di accumulo di sebo in futuro. Lì, si formerà molto più facilmente un punto nero, anche più grosso di prima. E ti posso assicurare che non è una leggenda metropolitana! Io stessa ho un porone sull’ala destra del naso, che periodicamente si riempie di schifo ricordandomi questo vizietto che avevo qualche anno fa!

Cosa fare per eliminare i punti neri dal naso?

Innanzitutto prevenire:

  • uno stile di vita sano con una corretta alimentazione (leggi l’articolo: “acne, punti neri e alimentazione: falsi miti o realtà?“) e un po’ di sana attività fisica, rendono meno grassa anche la nostra pelle;
  • una buona igiene del viso, con particolare attenzione alle pieghette che separano il naso dalle guance, sede di facile accumulo di sebo e batteri.

Poi, quando i punti neri spuntano, vanno rimossi in maniera più intelligente e meno cruenta.

Esatto, ora che te li ho fatti notare, non posso certo dirti di tenerteli e farti andare in giro con i tuoi punti neri sul naso, come se niente fosse, anche perché liberare i pori ostruiti, fa bene alla pelle!

Nel sito troverai tutti i metodi migliori per far uscire i vermetti bianchi con la capocchia nera (ovvero come schiacciare i punti neri), e per prevenire la loro ricomparsa!

I tuoi punti neri hanno ormai i giorni contati!

Attrezzi per schiacciare i punti neri sul naso

Attrezzi rimozione punti neri IzukuPer schiacciare i punti neri che hai sul naso, non utilizzare le dita, ma degli attrezzi in acciaio inox. Questo set di pinzette è ottimo per rimuovere i punti neri dal naso in maniera efficace e igienica.

Anche io li ho comprati, costano solo 9,99€ su Amazon e se hai Prime, le spese di spedizione sono gratuite (clicca qui per vederli su amazon).

Nel sito troverai tutti i metodi migliori per far uscire i vermetti bianchi con la capocchia nera (ovvero come schiacciare i punti neri), e per prevenire la loro ricomparsa!

I tuoi punti neri hanno ormai i giorni contati!